Impresa e lavoro (313)

L’INPS ha rilasciato nell’ambito della Videoconferenza formativa del 22/03/2018, delle utili slide esplicative sulle circolari nn. 40, 48 e 49 del 2018 che riguardano i seguenti incentivi:

  • la circolare INPS n. 40  definisce i criteri per l'esonero dal versamento dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro per le nuove assunzioni, con contratto di lavoro subordinato, di giovani con meno di trent'anni che non siano mai stati assunti a tempo indeterminato;

  • la circolare INPS n. 48 riguarda l’agevolazione per le assunzioni a tempo indeterminato di giovani tra i 16 e i 29 anni che non studiano e non lavorano (NEET), aderenti al programma “Garanzia Giovani”;

  • infine, la circolare INPS n. 49 si riferisce alle agevolazioni per l’assunzione di lavoratori che operino in una regione “meno sviluppata” (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) o in una regione “in transizione” (Abruzzo, Molise e Sardegna) al fine di promuovere l'occupazione nel Mezzogiorno.

Vedi Slide INPS su circ. 40

Vedi Slide INPS su circ. 48

Vedi Slide INPS su circ. 49

Pubblicato il Decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali n. 4 dell'11 gennaio 2018 e allegati, relativo alle Linee di indirizzo triennali dell'azione in materia di politiche attive (2018-2020) volta a implementare la riforma dei servizi per il lavoro contenuta nel Decreto legislativo n.150 del 2015. 

Nel Decreto vengono indicate le linee di indirizzo come l’implementazione del sistema informativo unitario, il potenziamento dei centri per l’impiego, il coordinamento dei programmi nazionali e regionali, la cooperazione nello scambio di informazioni tra il Ministero del Lavoro, l’Inps, l’Anpal e l’Inail.

Gli obiettivi 2018, indicati all’art. 2, sono la messa a regime dell’assegno di ricollocazione, l’integrazione nel mercato del lavoro dei disoccupati di lungo periodo per la definizione di un accordo di inserimento lavorativo tra il tredicesimo e il diciottesimo mese di disoccupazione e le iniziative volte ad una reciproca interazione tra i datori di lavoro. 

In allegato al Decreto sono riportati i livelli essenziali delle prestazioni da erogare su tutto il territorio nazionale (Allegato B), nonché gli indicatori degli obiettivi annuali previsti per l'anno 2018 (Allegato A).

Vedi Decreto MLPS n. 4 dell' 11/01/2018

Vedi Allegato A

Vedi Allegato B

Con circolare n. 7/2018 la Fondazione Studi Consulenti per il Lavoro, in sinergia con Mefop S.p.A., ha realizzato un vademecum pratico, utile per aziende Consulenti e Lavoratori, che ricostruisce il quadro normativo che disciplina la rendita integrativa temporanea anticipata di previdenza complementare (RITA).

Questo nuovo strumento di flessibilità pensionistica rappresenta, infatti, una novità di assoluto rilievo nel panorama degli strumenti dell'anticipo della pensione.



Vedi Circolare n. 7/2018 - RITA Fondazione Studi Consulenti Lavoro

L’INPS, con il messaggio n. 1428 del 30 marzo 2018, ha fornito le istruzioni operative per la gestione della domanda relativa alla richiesta di contributo economico da utilizzare per pagare la baby sitter oppure l’asilo nido, pubblico o privato convenzionato.

Nel messaggio si descrive la misura, la durata, i soggetti ammessi al contributo e le modalità della sua erogazione, anche alla luce della reingegnerizzazione della procedura telematica di presentazione delle domande per ottenere il beneficio.

Inoltre, è indicato che il contributo è erogabile, in alternativa alla fruizione del congedo parentale, alle lavoratrici dipendenti, alle lavoratrici iscritte alla Gestione separata e alle lavoratrici dipendenti. L’importo massimo è pari a 600 euro mensili ed è erogato per un periodo massimo di sei mesi (tre mesi per le lavoratrici autonome), divisibile solo per frazioni mensili intere. Anche le lavoratrici part-time potranno fruire del contributo in misura, però, proporzionata in ragione del ridotto numero di ore lavorate.



Vedi INPS messaggio n. 1428 del 30 marzo 2018

L’INPS, con la Circolare n. 50 del 19 marzo 2018, ha fornito chiarimenti in merito al riconoscimento dell’assegno di natalità 2018, riconosciuto per i figli nati o adottati nell’anno in corso, nonché per quelli in affidamento preadottivo.

La Legge di Bilancio 2018, infatti, all’art. 1, commi 248 e 249, ha esteso per il 2018 il riconoscimento del c.d. Bonus bebè (introdotto dall’art. 1 della L. n. 190/2014) per ogni figlio nato, adottato o che sia in affidamento preadottivo dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2018, prevedendone la corresponsione fino al primo anno di età del figlio o per il primo anno di adozione del minore.

La circolare ha fornito le giuste indicazioni su:

  • l’indicatore per determinare il valore dell’ISEE, che non deve superare gli euro 25.000;

  • requisiti di cui deve essere in possesso il soggetto richiedente l’assegno: valore ISEE, residenza in Italia, convivenza con il minore, cittadinanza italiana o comunitaria (per cittadini extracomunitari si veda la Circ. n. 214/2016);

  • le modalità di presentazione della domanda per gli affidatari temporanei;

  • i termini di presentazione della domanda: entro 90 giorni dalla nascita o dall'ingresso del minore nel nucleo familiare;

  • la misura e la durata dell’assegno;

  • le modalità con cui l’INPS corrisponde il beneficio;

  • la presentazione della domanda in caso di parto gemellare o adozioni plurime;

  • le cause di decadenza dall’assegno;

  • la rilevazione contabile dell’onere della prestazione.



Vedi INPS circolare n.50 del 19 marzo 2018

Il Consiglio dei Ministri, con il comunicato stampa n. 75/2018, ha reso noto di avere approvato, in esame preliminare, due decreti correttivi che apportano alcune modifiche alla Riforma del terzo settore (legge 6 giugno 2016, n.106, in particolare la disciplina delle Imprese sociali (decreto legislativo n. 112/2017) e il Codice del Terzo Settore (decreto legislativo n. 117/2017). 

Le principali misure dei provvedimenti approvati riguardano:

  • Per la disciplina delle imprese sociali, l’utilizzazione dei lavoratori molto svantaggiati e dei volontari, l’adeguamento degli statuti delle imprese sociali e le misure fiscali e di sostegno economico;

  • Per il Codice del Terzo Settore le modifiche riguardano un migliore coordinamento con la normativa nazionale e regionale, tenendo conto delle osservazioni formulate dagli stakeholder di riferimento.

Vedi Comunicato stampa n. 75/2018

L’INPS interviene sulle modalità applicative dei bonus assunzionali istituiti dall’ANPAL tramite due circolari operative.

La circolare n. 48 tratta dell’incentivo “Occupazione NEET”, rivolto ai i giovani di età compresa tra i 16 e i 29 anni non inseriti in un percorso di studi o formazione. Al beneficio possono accedere tutti i datori di lavoro privati che assumano sull’intero territorio nazionale (ad eccezione della Provincia autonoma di Bolzano) giovani aderenti al Programma Garanzia Giovani.

La circolare n. 49 tratta invece dell’incentivo “Occupazione Mezzogiorno”, pensato per favorire le assunzioni con contratto a tempo indeterminato nelle regioni “meno sviluppate” (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) e nelle regioni “in transizione” (Abruzzo, Molise, Sardegna). L’incentivo è destinato ai disoccupati di età compresa tra i 16 e i 34 anni, o a chi li abbia superati e non abbia prestato attività lavorativa riconducibile a un rapporto di lavoro subordinato nei sei mesi precedenti l’assunzione agevolata.

La condizione necessaria per l’applicazione del beneficio è lo svolgersi della prestazione lavorativa in una regione “meno sviluppata” o “in transizione”, indipendentemente dalla residenza del lavoratore o dalla sede legale del datore di lavoro.

Entrambe le circolari si soffermano sulla possibilità che l’agevolazione sia riconosciuta anche per l’instaurazione di un rapporto di apprendistato professionalizzante.  Quando il rapporto ha una durata pari o superiore ai dodici mesi, la misura dell’incentivo corrisponde a quella prevista per i rapporti a tempo indeterminato. Nell’ipotesi in cui la durata del periodo formativo sia inferiore, l’importo del beneficio  deve essere proporzionalmente ridotto in base all’effettiva durata dello stesso.



Vedi INPS circolare n. 48 del 19 marzo 2018



Vedi INPS circolare n.49 del 19 marzo 2018

L'Inps ha pubblicato la Circolare n. 35 del 28 febbraio con le istruzioni operative per la richiesta di esonero dal pagamento dei contributi previdenziali da parte di coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali (IAP), di età inferiore a quaranta anni, iscritti tra il 1° gennaio 2018 e il 31 dicembre 2018.

L’esonero contributivo è riconosciuto secondo la misura di seguito indicata:

-        esonero del 100% per i primi 36 mesi di attività;

-        esonero del 66% per gli ulteriori 12 mesi;

-        esonero del 50% per gli ulteriori 12 mesi.

L’Istituto precisa che l’esonero in questione non è cumulabile con altri esoneri o riduzioni delle aliquote di finanziamento previsti dalla normativa vigente ed elenca al punto 5. i presupposti per la fruizione del beneficio.

Ai fini dell’ammissione al beneficio, i coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali (IAP), dovranno presentare istanza telematica accedendo, nell’ambito dei servizi telematici del Cassetto previdenziale per autonomi agricoli, alla sezione “Comunicazione bidirezionale” – “Invio comunicazione”, dove è disponibile il modello telematico “Esonero contributivo nuovi CD e IAP anno 2018 (CD/IAP2018)” entro 90 giorni dal giorno di inizio dell’attività.

 

Vedi INPS circolare n. 36 del 28 febbraio 2018

L’ANPAL, ha pubblicato l'Avviso relativo all'entrata a regime dell'Assegno di Ricollocazione che consente ai soggetti accreditati a livello nazionale nonché a quelli accreditati secondo i sistemi di accreditamento regionale di presentare la manifestazione di interesse a partecipare alla iniziativa.

Le possibilità di presentare la manifestazione di interesse sarà disponibile mediante procedura “a sportello” con finestre temporali mensili, ciascuna con chiusura all’ultimo giorno del mese.

La prima finestra temporale per la presentazione delle manifestazioni di interesse va dalla pubblicazione dell’Avviso sul portale www.anpal.gov.it fino all’ultimo giorno dello stesso mese.

I soggetti già accreditati nell'ambito della sperimentazione non hanno l'onere di manifestare nuovamente il proprio interesse a partecipare.

Per ottenere assistenza nella risoluzione di eventuali problemi legati all'utilizzo del sistema è disponibile un servizio di supporto all'indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o al numero 800.00.00.39.



Vedi Avviso pubblico dell'Assegno di Ricollocazione



L’Assessorato Regionale della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro - Servizio II - ha pubblicato il D.D.G. n.591 del 05/03/2018 di approvazione delle graduatorie provvisorie relative al "Contratto di ricollocazione" (Avviso 1/2017) - elenchi delle istanze ammesse e finanziate ed elenchi degli operatori privati che hanno presentato manifestazione d'interesse all’erogazione dei servizi e delle misure di attivazione e di collocamento previste dal Co.d.R.

 

Vedi Approvazione elenchi e graduatorie Co.d.R. - Avviso 1/2017

Pagina 1 di 23